domenica 30 novembre 2014

TAG Se avessi 100 euro da spendere da Mac...

Salve ragazze,

uno dei tag che sta girando in questo periodo e che trovo molto carino è quello che vi proporrò oggi ovvero: Se avessi 100 euro da spendere da Mac (cosa che non accadrà mai, mai e poi mai).


Tra tutte le youtubers che seguo SweetBeauty1990 è quella che più di tutte mi ha invogliato ad acquistare determinati prodotti di makeup, molto probabilmente perché lei è bellissima e quindi qualsiasi cosa usa diventa fico, e non me ne sono mai pentita.
Uno dei prodotti che spesso utilizzava nei suoi video era la cipria Mineralize Skinfish in Soft & Gentle a mo' di illuminante. Eh beh io la desidero da allora!
Costo 30 euro.


Altro prodotto che agogno da tempo sono due ombretti in cialda ovvero Coppering, uno stupendo color rame, e Cranberry, uno stupendo Borgogna.
L' ombretto refill costa 14 euro quindi per il nostro Tag 2x14= 28


Un accessorio che a detta di tutti è MAGGGICO è il Blending Brush 217 che pare riesca a far fare una sfumatura decente anche alle persone impedite!
Il prezzo di questo pennello è 25 euro.


Adesso imbroglio un pochetto perché metto un prodotto che mi fa sforare il budget di un paio di euro ovvero il Paint Pot di Mac in Groundwork. I paint pot come sappiamo sono degli ombretti in crema che sono ottimi come base per il trucco occhi e questa colorazione specifica l' ho vista utilizzare a MrDanielmakeup in un suo tutorial e da quel momento ho deciso che lo voglio!
Il prezzo di un paint pot è 20 euro.

Risultato 103 euro! Eh beh che devo fare?!

Taggo Livia di Le migliori amiche del makeup e Fabiola di Fabi Make Up ma siete tutte taggate quindi:
Cosa comprereste se aveste 100 euro da spendere da Mac???

Un bacio,
P.s. Immagini tratte dal web o dal sito di Mac.

sabato 22 novembre 2014

Recensione [Wet n Wild - Palette Color Icon in Petal Pusher]

Salve ragazze!

È da un po' che non scrivo recensioni (in realtà è da un po' che non sono proprio attiva sia sulla pagina che sul blog) quindi ho deciso di ripartire con un prodotto che sicuramente vi interesserà.

Da quando gli stand di Wet n Wild son cominciati ad apparire nei vari Coin, Upim e Ovs c'è stata una caccia alle recensioni e agli swatch per acquistare prodotti di cui non pentirsi.

Ricordo che Wet n Wild è un brand americano e, fino a prova contraria, Cruelty Free ma soprattutto estremamente low cost. Di Wet n Wild ho già parlato dei rossetti la cui recensione potete leggere qui.

La vittima sacrificale di oggi è TRULLO DI TAMBURI (cit.) la palette Color Icon in Petal Pusher.




Dovete sapere che volevo recensire questa palette nel momento stesso in cui l' ho provata per la prima volta, ma sarebbe stato decisamente prematuro, considerando anche che in una sola volta non è possibile utilizzare tutte le nuance contenute nella palette.


La palette si compone di otto ombretti aventi diversi finish (matte, shimmer, glitterato e satinato) ordinati in due colonne che vanno a costituire un makeup occhi completo. È possibile, infatti, leggere su ogni ombretto la sua funzione nel caso si voglia ricorrere ai makeup predefiniti: abbiamo infatti due "Browbone", illuminante per l' arcata sopracciliare, due Eyelid, da stendere sulla palpebra mobile, due Crease, per la piega dell' occhio e due Definer, per enfatizzare la rima ciliare superiore a mo' di eyeliner.


Vani tentativi di rendere visibile ciò che è invisibile...
Il primo makeup predefinito (la prima colonna) prevede un illuminante matte dal tono rosato freddo, sulla palpebra mobile un rosa antico satinato e nella piega un viola anch'esso satinato mentre come Definer un viola grondante di glitter argentei.


Altro vano tentativo...
Il secondo makeup predefinito prevede un illuminante shimmer di un rosa chiarissimo, un color sangria con dei glitterini rame per la palpebra mobile e un nero (alcuni dicono sia un amarena scurissimo) con dei glitter fucsia per la piega dell' occhio mentre come Definer un nero (forse un po' più tendente al grigio del precedente) con dei microglitter argentati.

A colpo d' occhio la palette sembra carinissima: è una palette completa, si possono ricreare diversi makeup, non solo i "predefiniti", e creare diversi look, di cui alcuni sono suggeriti sul retro della palette.

Purtroppo non è glitter tutto ciò che luccica!
Se nella palette i colori sembrano belli, vibranti e cangianti, una volta applicati perdono tutto il loro fascino.
I due satinati (Eyelid e Crease della prima colonna) diventano dei colori spenti e tristi; il Crease e il Definer della seconda colonna hanno un fall out di glitter impressionante tant' è che sembrano tutta un' unica macchia nera una volta applicati secondo il loro scopo mentre il Definer della prima colonna è solo un concentrato di glitter argentei (il viola che li contiene non è per niente pigmentato) che non si fissano; il colore secondo me più bello, ovvero l' eyelid della seconda colonna, non è affatto pigmentato! È praticamente semitrasparente e neanche con 30 passate diviene qualcosa di interessante.
L' unico ombretto che si salva è l' illuminante della seconda colonna perché davvero pigmentato e brillante, il matte è decisamente una ciofeca.

Ed ecco tutto il mio fantastico braccio con gli swatch together!
Altro difetto molto ma molto rilevante è la loro scarsa durata. Nonostante vengano applicati con un primer (io uso quello di Kiko che non mi ha mai dato problemi), gli ombretti durante l' arco della giornata svaniscono!

Il problema fondamentale è che al momento dello swatch tutti questi difetti non si notano in quanto al tatto sembrano molto cremosi e una volta swatchati sembrano anche pigmentati. Il problema sorge nel momento in cui applico gli ombretti col pennello quando rivelano la loro polverosità.

I colori più scuri oltretutto sono ingestibili perché difficilmente sfumabili, infatti lasciano notevoli chiazze di colore, quelli più chiari sciapi.

Insomma questa palette è un completo FLOP!

L'idea era davvero carina perché la palette è molto piccola e pratica quindi comoda per viaggiare.
Il packaging è essenziale , di plastica nera nella parte inferiore dove sono contenuti gli ombretti e di plastica trasparente su quella superiore così da poter vedere i colori degli ombretti, ma comunque accettabile (c'è di peggio).
Nella confezione è compreso un piccolo pennello tristissimo che ha da una parte l' applicatore a spugnetta e dall' altra un pennellino dalle setole durissime. Io credo di averlo perso...

E pensare che sulla palette gli ombretti son presentati come ultra pigmentati e in grado di resistere un giorno intero!!!

Il costo della palette è di circa 7 euro, questo è anche vero, ma ci son palette di prezzo inferiore che son di gran lunga migliori di questa!
Il Pao è di 24 mesi e il peso complessivo degli ombretti è di 8.5 g.

Insomma non compratela, son soldi buttati.

Spero che la recensione vi sia stata utile.

Un bacio,

martedì 18 novembre 2014

Fall in love

Salve ragazze!

Ogni stagione, come sappiamo, ha i suoi colori. Basta guardare infatti le collezioni dei vari brand che, gira che ti rigira, ogni anno propongono sempre le stesse nuance. Senza contare poi i "colori dell' anno", del mese e del semestre di Pantone che influenzano comunque le mode del momento.

Ho deciso di raccogliere, quindi, quelli che per me sono, non vorrei definirli "must have", ma quei prodotti ai quali mi rivolgo maggiormente in funzione del periodo dell' anno, non solo per le qualità cromatiche e di finish ma anche per praticità: in autunno, pieno periodo universitario, non tutti i giorni ho tempo di piazzarmi davanti allo specchio e prendere seriamente in considerazione un makeup articolato! 
Di conseguenza inserirò anche prodotti molto pratici, adatti a quei giorni in cui andiamo di fretta.

N.B. Io non sono in grado di applicare i blush e le terre. Non ne troverete quindi perché per me sono decisamente un impedimento!!!

Parliamo innanzitutto di quei prodotti che utilizzo quando vado di fretta.

In un periodo in cui non fa né tanto caldo né tanto freddo e bisogna essere almeno un po' presentabili (soprattutto quando cominciano i corsi e non vogliamo sembrare degli zombie), uno dei prodotti che preferisco utilizzare per la base è indubbiamente la bb cream.
In Italia purtroppo, indipendentemente dalla marca (parlo soprattutto di quelle low cost/medio costo) esistono solo due nuance, la più chiara delle quali è due volte più scura del mio colorito invernale il che risulta ideale dopo il rientro dalle vacanze quando la tanto agognata abbronzatura ci sta lasciando.
Io uso la Bb cream di Garnier e mi trovo discretamente: uniforma ma non è tanto coprente.
Non la uso tutti i giorni perché talvolta preferisco che la mia pelle sia libera dato che non ho particolari problemi; la uso soprattutto in quei giorni in cui mi spavento appena mi accosto allo specchio.


Quando vado di fretta ma ho abbastanza tempo per creare un trucco occhi ma non per stendere l' eyeliner (ricordo che sono impedita in questa cosa), quello a cui ricorro sono indubbiamente gli ombretti in crema: sono facili da applicare e bastano da soli per creare un qualcosa di guardabile.
Naturalmente è preferibile scegliere delle nuance chiare,con le quali è più difficile notare eventuali errori nell' applicazione, così che rendano lo sguardo un po' più aperto e "sveglio", ma ci sono quei giorni in cui ci sentiamo un po' dark o un po' più in mood autunnale e tranquillamente possiamo osare colori più scuri e particolari. In questo caso però bisogna avere maggiore attenzione nell' applicazione.
I miei preferiti sono i Color Tattoo di Maybelline dalla durata eterna, i Pupa Vamp anche se per qualcuna potrebbero essere "eccessivi" per il giorno a causa dell' enorme quantità di glitter che contengono,  e infine gli Ombretto+ Primer di Deborah nelle nuance più chiare.


Da sinistra:
Color Tattoo di Maybelline Pink Gold, On and On Bronze, Metallic Pomegranate, Permanent Taupe;
Vamp! di Pupa 401,501,001 (LE Pupa princess);
2 in 1 Ombretto+Primer di Deborah 1,3.
Oltre agli ombretti in crema, una delle mie prime scelte quando vado di fretta,purché abbia il tempo di fare una sfumatura decente, sono gli ombretti Duochrome.
Gli ombretti duochrome credo siano una delle migliori invenzioni in ambito makeup: sono ombretti che hanno una base di un colore mentre i riflessi di un altro. Io li amo! <3
Di recente Neve Cosmetics ha lanciato una palette che contiene 8 ombretti su 10 Duochrome (ce ne è almeno uno che non lo è ovvero Twilight; per Fenice si dibatte ancora), tuttavia il mio preferito in assoluto è Camaleonte sempre di Neve Cosmetics: si tratta di un ombretto minerale, quindi in polvere libera, che ha una base marrone/rossiccia con riflessi verdi.
Li consiglio perché sono davvero particolari e con un solo ombretto è possibile creare diversi look cambiando solo la base su cui vengono applicati (Scoperta del secolo!!! xD)
Finora ho applicato Camaleonte sia su base bronzo che su base verde e i risultati mi son davvero piaciuti in entrambi i casi.

Palette Duochrome di Neve Cosmetics
Nella foto di destra: Camaleonte puro e applicato su base verde
Un altro must have, non solo per l' autunno, è una palette di nude preferibilmente matte. Con questa tipologia di palette è possibile ricreare diversi makeup adatti a tutte le occasioni e anche, volendo, molto rapidi: basta applicare un ombretto nude su tutta la palpebra fissa per uniformarla e sfumare un marroncino tenue nella piega, giusto per dare un po' di ombreggiatura; il tutto può essere arricchito con una riga di eyeliner colorato come ho fatto qui.
Insomma è una palette utilissima in tutte le occasioni e anche i vari brand ne sono consapevoli, infatti le ritroviamo sia nei brand più costosi come Urban Decay (con le Naked Basics) sia in quelli low cost. La mia preferita è quella di Mua davvero molto pigmentata, anche nelle nuance più chiare, e molto pratica in quanto piccola e maneggevole, forse un po' troppo plasticosa ma potremmo dire che il design è minimal ;D

A sinistra la palette Mua a destra la Meet Matt(e) di The Balm
Ora però passiamo ai quei prodotti ai quali ricorriamo in autunno principalmente per la nuance.

Come blateravamo all' inizio del post Pantone in ogni stagione ci propone delle nuance che andranno di gran voga:

Diciamo che alcuni di questi colori sono un po' un ever green per l' autunno: pensando a questa stagione, in fondo, i colori che ci vengono in mente sono il giallo e l' arancio delle foglie sugli alberi e il marrone di quando queste cadono o ancora i colori intensi del blu del mare e il verde profondo delle foreste di conifere. Insomma i colori che ci propone Pantone non sono poi una così grande novità (tranne per il colore dell' anno che è il Radiant Orchid che a me non garba affatto perché troppo freddo e non mi sta bene xD).

Partiamo dunque da una palette che reputo perfetta per l' autunno ovvero la Vintage Romance di Sleek: è un tripudio di Sangria, Borgogna e Dorati, è low cost e molto pigmentata. Perfetta.


E sempre di Sleek vorrei menzionare una "new entry" nella mia beauty station ovvero la Ultra Matte vol. 2-Dark, una palette che comprende ombretti esclusivamente matte ma dai toni scuri adatti agli smoky o a look scuri ed eleganti.


Sempre sul genere matte è l' ombretto Catrice Velvet Matt nel colore Al Burgundy: ha una texture vellutata, sottilissimo al tatto e pigmentatissimo. Non è propriamente matt piuttosto un satinato ma comunque stupendo!



Rimanendo sul colore borgogna abbiamo l' ombretto Matt Batali della palette Meet Matt(e) di The Balm. Rispetto al precedente è un po' più scuro ma io l' adoro per dare definizione alla rima ciliare superiore a mo' di eyeliner.

Vi assicuro che dagli swatch non si capisce per niente il colore...
Altri ombretti che mi sento di consigliare per questo periodo sono alcuni ombretti della linea minerale di Neve come Ginger, uno stupendo color rame, e Sang Bleau, un fantastico blu con riflessi violacei e Dormouse Dream.
Il primo è un colore che io ritengo molto autunnale perché è luminoso,quindi adatto anche al giorno, ma ha quel tocco di rossiccio/arancio perfetto questa stagione mentre il blu mi piace applicarlo spesso come eyeliner (non sono una fan del blu scatapasciato su tutta la palpebra) e spesso accostato a Ginger. Per ottenere un effetto più bello e rendere più vibrante e intenso Sang Bleau, consiglio di applicarlo su una base nera o comunque scura: risultato garantito!
Quanto a Dormouse Dream è uno stupendo Sangria duochrome, che sfumato fa emergere una componente aranciata molto carina.

Nella foto di sinistra: Ginger, Dormouse Dream e Sang Bleau
Vorrei menzionare anche alcuni pigmenti essence. Sono consapevole che questi prodotti sono ormai fuori produzione ma ho voluto includerli in quanto in alcuni è casi è ancora possibile reperirli.
Mi sento di consigliare Strawberry smoothie, My little Dragon e Copper: il primo è un sangria, il secondo un viola scuro mentre l' ultimo è un rame. Si tratta di tre colori che ritroviamo anche nella palette di Sleek, tuttavia questi sono in polvere libera e sono ricchi di glitter (l' unica cosa che non mi garba affatto). Li trovo molto carini e pigmentati e sono adattissimi a ricreare makeup adatti all' autunno.

Nella foto di sinistra: Copper, Strawberry Smoothie e My Little Dragon
Se invece vogliamo dare solo un tocco di colore realizzando un trucco nude, allora consiglio due eyeliner molto carini, entrambi di Kiko nella nuance blu. Uno purtroppo appartiene ad una limited edition ovvero la Tropical ed è il numero 4: un blu shimmer dalla consistenza densa e dal' applicatore a pennellino. L' altro invece fa parte della linea continuativa, Super Color Eyeliner, nella tonalità 107: si tratta di un blu elettrico che rimane abbastanza lucido ma non ha perlescenze come il precedente, ovvero è un colore puro; altra differenza con il primo citato è la consistenza che in questo caso è molto acquosa e potrebbe necessitare di più passate per divenire più intenso ed inoltre l' applicatore è in feltro.

Nella foto di sinistra, dall' alto Super Color Eyeliner 107 e 04 (LE Tropical), entrambi di Kiko
Passiamo dunque alle labbra.

Il rossetto per eccellenza di questo periodo dell' anno è Rebel di Mac: un color sangria davvero particolare perché più di ogni altro rossetto si mostra più fucsia o più viola a seconda di chi lo indossa!
Tantissime case cosmetiche hanno cercato di imitarlo con risultati più o meno soddisfacenti, vi mostro quelli che ho io ovvero Sugar Plum Fairy di Wet n Wild (linea Mega last) e il 914 di Kiko (smart lipstick).
Tra i due quelli che si avvicina di più è quello di Wet n Wild come colore ma come finish nessuno dei due rossetti citati si avvicina neanche per sbaglio.
Nella foto di sinistra: Sugar Plum Fairy di Wet n Wild, Rebel di Mac, Smart Lipstick  914 di Kiko
Rimanendo su Wet n Wild, altro rossetto che consiglio è Cherry Bomb, sempre mega last, di cui si narra sia il dupe di Diva di Mac ovvero un marrone rossiccio molto intenso. Questo, a differenza di Rebel e i suoi affini, non lo userei di giorno perché un po' troppo scuro, almeno su di me.
(Per una recensione e swatch dei rossetti Mega Last di Wet n Wild clicca qui e qui).


Un rossetto low cost ma con ottime prestazioni è il rossetto n° 107 della linea matte dei Rimmel by Kate Moss. Uno stupendo color borgogna che, almeno su di me diventa abbastanza scuro. Rispetto agli altri della gamma, questo come gli altri matte è più duro nella stesura ed ha un odore abbastanza insopportabile e persistente ma per il resto ha un' ottima durata e un colore stupendo.


Un rossetto per me un po' controverso è Amorous di Mac. Il colore è molto particolare perché si tratta di un rosa scuro/prugna con un pizzico di marrone al suo interno con sottotono neutro. Su di me diventa molto ma molto scuro e caccia notevolmente la sua componente marrone. Proprio per queste caratteristiche lo reputo un colore autunnale ma per alcune risulta un perfetto MLBB. Si tratta di un Satin pertanto non diventa completamente matte dopo l' applicazione.
Il finish è quello che preferisco in assoluto tuttavia con questo rossetto è un perpetuo odi et amo.



Un rossetto che ho scoperto di recente è il 24 Ore power extreme long lasting lipstick di Deborah Milano nella colorazione numero 10, un particolarissimo color vino. Quasi sicuramente questa gamma è fuori produzione ma se avete un po' di fortuna riuscite a trovarla in qualche profumeria, come è accaduto a me. Si tratta di un rossetto dal colore abbastanza particolare ma, se associato ad un makeup semplice, è adatto al giorno; è molto scorrevole sulle labbra ma una volta seccato diventa completamente matte e dura tantissimo (non sopravvive ad un piatto unto però!)


Vi voglio consigliare anche il matitone labbra di Wjcon Chianti della limited edition Burlesque ovvero un rosso classico che su di me assume un tono un po' più cupo. Insomma non è un rosso alla Ruby Woo ma risulta più neutro. Ha una durata ottima, avrebbe resistito anche alle patatine di Chipstar se non avessi temuto che pulendomi continuamente mi sarei ritrovata come Joker, e si stende che è un amore. Non so se è ancora disponibile in store ma non fatevelo scappare se lo trovate!!!


Una matita che per me è un altro odi et amo ma che ha un colore perfetto per questo periodo dell' anno è la Pastello labbra Vino di Neve Cosmetics. È un borgogna bello, vibrante ma su di me risulta troppo marrone o io lo vedo così, fatto sta che lo usa principalmente mia sorella!
I pastello labbra sono Vegan pertanto non ci si può aspettare una resa esagerata, tuttavia dura abbastanza, sulle 2-3 ore, senza problemi anche se secca un po' le labbra.


Dunque ragazze queste sono le mie opinioni riguardo ciò che bisogna avere in questo periodo!
Siete d' accordo? Avete qualcosa da suggerirmi?

Un bacio,




martedì 11 novembre 2014

Haul ultimi mesi! Ho le mani bucate...e anche il portafogli

Gli haul sono i post che preferisco leggere e scrivere forse perché sono principalmente immagini, quindi non c'è niente da dire, forse perché mi piace sapere come le altre ragazze sperperano i propri soldi... Insomma niente di sensato in entrambi i casi!

Questi sono gli acquisti che ho fatto da settembre fino ad oggi.
Ogni scusa è stata buona: l' onomastico e mi dovevo fare un regalo, un esame con un buon esito e mi dovevo premiare, son cominciati i corsi e mi dovevo consolare,..
Insomma converrete con me che son state motivazioni valide per fare compere a destra e a manca!

Non sono elencati nell' ordine in cui li o acquistati perché sinceramente non lo ricordo e probabilmente non ricorderò neanche i prezzi...
P.S. Alcuni prodotti son già pieni di zampate perché è comunque da un po' che li ho e li ho usati.

Tra i primi prodotti che vorrei menzionare, dei quali sono molto ma molto soddisfatta,vi sono gli ombretti Color Tattoo di Maybelline.
Io già possedevo il colore Taupe e desideravo alla follia On & On Bronze che purtroppo non è reperibile in Italia (maledetta The 1000th blog), così quando mio padre si è recato in Inghilterra per lavoro ho colto la palla al balzo e me lo son fatto portare!
Come dice appunto il nome si tratta di un bronzo e io lo amo <3. Punto. Prezzo circa 5 £.

Nella lista che avevo fatto a mio padre rientravano anche altre colorazioni ma per fortuna non è riuscito a trovarle!
Voi direte: come "per fortuna???" Ebbene dovete sapere che nella mia città, durante il mercato settimanale, c'è una bancarella che vende tantissimi prodotti a prezzi stracciati (ho trovato anche l' eyeliner in gel di Urban Decay e dubito fosse un falso) e vi ho trovato anche i due Color Tattoo che tanto bramavo nuovissimi e incellofanati: Pink Gold, appunto oro rosa, e Metallic Pomegranate, un borgogna metallizzato. Il primo l' ho usato e lo amo il secondo non ancora ma lo amo a priori!
Li ho pagati 3 euro l' uno: ditemi voi se non è un affare!

In ordine da sinistra: Pink Gold, Metallic Pomegranate e On & On Bronze


Da sinistra: Pink Gold, On & On Bronze, Metallic Pomegranate.
Altro ombretto preso al mercato, anche questo intonso sulla bancarella, è l' ombretto Vamp appartenente alla collezione Princess qualcosa di Pupa. Si narra sia il cugino di quattordicesimo grado di Diapason degli Illusion d' Ombre di Chanel: in effetti il colore di base è quello ovvero un viola prugna (?) ma gli sbrillucichii di quello Chanel non li vede neanche nei suoi sogni più reconditi.


Altro dono del babbo dall' Inghilterra è la palette Ultra Matte V2-Dark di Sleek. Io adoro le palette di Sleek e ho voluto approfittare del fatto che in Inghilterra ci sono gli stand e del fatto che avrei evitato le spese di spedizione.
Ho scelto questa perché ultimamente ho una fissa per gli ombretti matte e ho realizzato di averne davvero pochi, soprattutto di colori scuri, inoltre mi ricordava molto l' Arabian Night per quanto riguarda le nuance. Pagata circa 8 £.


Un altro prodotto che desideravo che mio padre mi portasse dall' Inghilterra è il burrocacao di Burt's Bees perché in molte ne decantano le qualità e quindi ero curiosa di provarlo dato che ultimamente ho sempre le labbra distrutte.
I burrocacao di burt's Bees esistono di diversi "gusti" e speravo che mio padre avesse un po' di fantasia nello scegliere invece si è limitato a uno dei due classici ovvero quello a menta. Non vi so dire di più ma spero che le quasi 4£ siano valse a qualcosa.


Qualche tempo fa, dopo aver sperato inutilmente di trovare ancora qualcosa di ciò che sarebbe andato fuori produzione, mi son recata nel negozio della mia città (La Maison de la Mode) dove vi sono gli stand Catrice e Essence, che essendo sotto la stretta sorveglianza delle commesse, sono sempre ordinatissimi e con tutti i tester al proprio posto (no ditate sui prodotti nuovi, no distruzione, no disordine...un paradiso), e son capitata proprio quando stavano inserendo i prodotti che sono entrati a far parte della linea continuativa.
Mi ero già informata su internet riguardo alle new entry quindi senza indugio mi son fiondata sui nuovi Crystal Eyeliner nelle colorazioni Rosy Rush e Blue Heaven, due eyeliner glitterati ma con la caratteristica di essere duochrome.
Applicati da soli fan un po' cilecca perché la base è trasparente e non pigmentata ma su una base scura sono stupendi! Ho provato solo il primo e vi assicuro che la resa è stupenda e l' effetto duochrome è carinissimo.




Della linea continuativa di essence son entrati a far parte anche due nuovi rossetti nella linea Long lasting, i primi per quanto ricordi. Si tratta dei numeri 14 Adorable Matt! e 15 Oh so Matt!
Il 14 è un rosso classico abbastanza freddo mentre il 15 è un nude molto chiaro e neutro. Come tutti i Long lasting (recensione qui) di essence hanno una durata media e ciò ci garba tuttavia non c'è da aspettarsi un effetto velluto né tantomeno no transfer: una volta asciutti sono si più opachi dei loro fratelli che già sono nella linea, ma comunque conservano un po' di cremosità e di lucidità.Il prezzo è di 2,89 euro.


Approfittando degli stand intonsi e della necessità di matite labbra (troppi rossetti e poche matite: bisognava riequilibrare la situation) ne ho prese alcune di cui alcune sono quelle di recente ingresso nella linea continuativa.
Quella che più mi incuriosiva era quella trasparente per evitare che i rossetti scuri più cremosi si facciano una passeggiata per il viso tuttavia non ho ancora capito come si usa... Comunque è la numero 13 Transparent.
Di quelle colorate ne ho prese quattro: 05 Soft Berry, berry scuro che a me ricorda il colore delle matite contorno labbra degli anni Novanta che poi andavano accostate ad un nude (don't worry non la userò così); 06 Satin Mauve, un rosa con un punto di mauve che ho comprato perché l'avevo vista usata come base ad un rossetto che posseggo e il risultato era fico, peccato che non ricordi più quale fosse il rossetto...; 12 Wish me a rose, un rosa che vedo perfetto come base per Please Me di Mac;
15 Honey Berry, un bel berry che mi ricorda molto il colore di Rebel di Mac!
Il prezzo è 1,20/1,30 euro, son un po' secche ma mi piacciono molto.

Dall' alto: Honey Berry, Wish me a rose, Satin Mauve, Soft Berry.
Per trovare qualcosa di ciò che sarebbe andato fuori produzione mi son dovuta spostare in un' altra regione dove ho trovato il mascara Lashes Go Wild del quale ho letto pareri contrastanti ma per 1,20 euro valeva la pena provare.


Sempre nel contenitore dei prodotti a 1,20 euro di essence ho trovato la matita kajal Feel the Mari-time dal colore verde scuro shimmer che è stupenda, ma ho appena scoperto che è appena entrata a far parte della linea continuativa quindi non so perché fosse lì...


Un ombretto che ho deciso di provare semplicemente perché costava 1,20 euro e non a prezzo pieno è il Metal Glam n° 05 Chocolate Jewelery, un marrone shimmer. Non era chissà che colore straordinario ma ero curiosa di provare questi ombretti dato che non mi ero mai arrischiata ad acquistarli a prezzo pieno sempre per via delle recensioni contrastanti.



Dato che avevo voglia di provare le ciglia finte ma non mi andava di utilizzare quelle a nastro che posseggo già per il timore che pesassero troppo sulla palpebra, ho acquistato le Frame4Fame di essence a ciuffetti di diversa misura. Alla fine non le ho usate ma prima o poi proverò. Mi pare costino sui 5 euro.


Da quando furono annunciate le new entry nella linea continuativa di Catrice cominciai a sbavare da subito sugli ombretti Velvet Matt (se non si è capito ho la fissa per gli ombretti matte ultimamente). Quando li ho trovati però ho trovato che i colori fossero un po' banali tranne che per Al Burgundy, un borgogna bellissimo. Appena l' ho swatchato in negozio poi è stato amore! È sottilissimo al tatto ed è scriventissimo! Non è propriamente opaco tuttavia è così bello che chi se ne frega! Costa sui 5 euro.


Sempre di Catrice ho acquistato l' illuminante Flagg the Union Jack della Limited Edition Check & Tweed. È un illuminante abbastanza neutro, forse tende un po' più al rosato, che presenta una parte shimmer e una matte. Forse l' ho preso solo per la fantasia... Non l' ho ancora provato ma vi farò sapere.Comunque l' ho pagato sui 6 euro.


Ma anche di Catrice son riuscita ad aggiudicarmi due cosucce al costo di 2 euro perché dovevano andare fuori produzione e si tratta di due ombretti mono (Absolute Eye Colour): il 560 I like to Mauve it, un ombretto grigio shimmer dai riflessi lilla e il 710 Lilac Del Rey, un ombretto viola con alcuni riflessi azzurri (erano rimasti solo gli ombretti...). Erano le tonalità che più intrigavano soprattutto perché adoro l' effetto duochrome, anche quando si tratta di pochi riflessi.


Dato che da un po' sono diventata la dispensatrice ufficiale in merito di makeup delle mie amiche, mi era stato chiesto di recuperare un dupe di un rossetto nude di Mac. Facendo qualche ricerca su internet ho scoperto che uno dei vari dupe apparteneva alla linea Megalast di Wet n Wild, così quando la mia amica mi ha dato l' ok son andata ad acquistarlo. E così  ci sono ricascata e ho acquistato anche io qualcosina ovvero due matite labbra, dato che non le avevo ancora provate.
La prima è Fab Fuchsia, uno stupendo Borgogna/Berry(??? prima o poi imparerò i colori) che sotto il 914 di Kiko fa fichissimo, parola di Like a Candy Shop e testato anche da me.
L' altra è Berry Red (Berry dove???) che è un rosso Biancaneve, di quelli belli, intensi e Biancaneve!
Quest' ultima l' ho presa solo perché le altre erano sul marrone,ma prima o poi prenderò anche quelle. Comunque il costo è di 2 euro e grazie all' acquisto di queste matite che ho scoperto che Wet n Wild è Cruelty Free.


Mannaggia a me che sono entrata in quella profumeria, quella con Wet n Wild, dato che ha un cestino con diversi tester e alcuni prodotti che son usciti di produzione e ogni volta gli do un' occhiata per vedere cosa c'è di nuovo. Mannaggia a me, ripeto, perché questa volta son stata fortunata! C' erano dei rossetti Deborah Milano, i 24 Ore power Extreme Long Lasting Lipstick che ho preso in tre tonalità (melius abundare quam deficere): 05 Rosso freddo, 06 Rosso aranciato (che di rosso ha poco), 10 Berry. La caratteristica di questi rossetti è quella di essere molto scorrevoli e facili da applicare e, una volta asciutti, di diventare matte e di resistere a lungo (non ad una pizza unta che oltretutto mi son fatta cadere addosso... Karma!)
I primi due sono molto pigmentati e rendono benissimo sulle labbra mentre il Berry è meno omogeneo ed evidenzia tutte le pellicine del cavolo! Inoltre è anche meno intenso, nel senso che è un colore non pienissimo ma quasi semitrasparente: dona l' effetto "mi sono appena ingozzata di more mentre tu non guardavi". Anche se diverso a quello a cui sono abituata, l' effetto mi piace.
Non sono tinte e pertanto non sono no transfer e li ho pagati sui 3 euro l' uno.
Da sinistra: 05,06,10.
Ah si! Poi son riuscita a trovare il Moby Dick dei correttori cioè l' Istant Anti Age di Maybelline, e l' ho preso nella tonalità più chiara. L' ho pagato 7-8 euro.

C'è anche la luce eterea che lo circonda!
A settembre c'è stato il mio onomastico ed è coinciso con l' immissione sul mercato della nuova Duochrome di Neve Cosmetics che agognavo da quando ne ho scoperto l' esistenza! Non potete capire la gioia del momento in cui ho scoperto che l' avrebbero nuovamente venduta!
Ho approfittato immediatamente della santa pazienza di mia madre e me la son fatta regalare!
In omaggio ho chiesto un blush in cialda e mi hanno accontentato inviandomi Jam. La palette l' ho acquistata in offerta lancio quindi circa 28 euro.



Un dì, dovendo accompagnare mia sorella in quel di Napoli, ho deciso di fare una sosta di Idea Bellezza perché secondo il mio parere è una delle profumerie in franchising che propone i migliori prezzi sui prodotti da drugstore. Anche questa volta non si è smentita infatti ho trovato un trio di ombretti di Astra (una Limited Edition se non sbaglio) al costo di 0.90 euro!


Ogni volta che vago su blog e canali sul tubo, mi ritrovo a sbavare per i pennelli simil Real Technique (che prima o poi saranno miei!). Non li ho mai acquistati perché mi ha sempre frenato il fatto che si dovessero ordinare o su ebay, che non so usare, o su siti cinesi, di cui non mi fido tanto così quando li ho visti nel megastore cinese della mia città, ho preso tutti quelli disponibili.
Sono morbidissimi e compatti. Li adoro *-*
Li ho pagati sui 3 euro l'uno.


Quando hanno aperto Wjcon nella mia città non ci ho visto più e anche se non necessitavo di nulla mi son fiondata nello store e ho preso sue matite automatiche: 102 Salmon che mi ha ricordato vagamente Gioia di Neve ma riguardandola non ci assomiglia minimamente (mi avranno fuorviato gli sbrilluccichii); 110 Royal Blue perché ultimamente ho la fissa delle matite blu da usare a mo' di eyeliner. Le ho pagate sui 3 euro.


Per Halloween necessitavo di una matita nera long lasting, dunque waterproof (confesso di non averne), così avendo letto e riletto recensioni positive sulle matite di Wjcon, mi ci sono fiondata! Così ho acquistato la matita nera al costo di circa 5 euro ma non l' ho ancora provata...



Devo confessarvi che anche io son caduta nel vortice dei liquid lipstick della Limited Edition "Makeup Artist" di Wjcon (si narra che entreranno in permanente il prossimo anno *-*) e ne ho acquistate due (ma ho in mente di prenderne almeno altre due) ovvero la Lampone e la Sangria, due delle più vendute e apprezzate. Diventano matte una volta asciutte e durano tantissimo! Costano circa 7 euro l' una.

Da sinistra:Sangria, Lampone.
Ma passiamo ai pezzi forti del mio haul e anche quelli più costosi (in termini di rapporto quantità-prezzo)!
Ebbene si tratta di due pigmenti nel forato Sized to Go e un rossetto della linea continuativa di, nientepopodimeno, che Mac.
I pigmenti, che in minisize costano 10 euro, sono Blue Brown e Rose (voglio prendere anche Melon, Old Gold e, se vinco alla lotteria,  Vanilla). Non li ho ancora provati ma *-*
Naturamente sono duochrome...


Infine ultimo ma super mega importante è Mehr! Un nude marrone che *-* Lo adoro!
Costa i suoi 20 euro, ma li vale tutti perché è un colore particolarissimo e fa parte dei Matte (quindi durata estrema) ma non mi ha seccato le labbra come Ruby Woo!

Nella foto swatch: Mehr, a sinistra, mentre a destra il 104 di Rimmel by Kate Moss (si dice sia il dupe).

Questo è quanto!
Un bacio