lunedì 31 marzo 2014

TAG "Sei settimane, signor Rossetto" S2/G1



Settimana 2, Giorno 1

La famiglia nude!

Mentre nella prima settimana abbiamo dato uno sguardo d' insieme alla mia collezione di rossetti, da questa settimana cominceremo a guardare nel dettaglio i vari rossetti individuandoli per famiglie di colore.

Partiamo dal presupposto che faccio schifo nello stabilire i colori in genere, quindi ci sono altissime probabilità di ritrovarci con pareri discordanti sulle famiglie cromatiche nelle quali ho inserito dati rossetti. Non esitate a dirmi dove li avreste collocati o se magari li avete già provati!

Dunque, come potete vedere dal titolo si comincia dai nude.



Per nude io intendo quel rossetto neutro che si uniforma completamente con il colore delle proprie labbra o talvolta le schiarisce in modo tale che il focus si concentri sugli occhi.
I rossetti nude non sono tutti uguali: come tutti i rossetti si differenziano per sottotono e finish e di conseguenza hanno una resa diversa su ogni persona. 
Io credo che nei nude questa cosa sia molto più evidente in quanto non esiste il nude universale: un colore che su di me è neutro magari su un' altra ragazza è troppo chiaro o troppo scuro! 
Vi presento quindi i miei nude! (Ho incluso anche le matite labbra)



In ordine:

- Pink Suga' di Wet n Wild: il tipico nude effetto correttore, oltretutto aranciato, che a molti non piace e neanche a me in questo caso. Presenta finish matte.

- Bare it all di Wet n Wild: nude dal sottotono marrone, che non mi dona affatto, dal finish matte.

- n° 96 di Kiko, vecchia edizione: forse il nude più azzeccato che ho, almeno per quanto riguarda le mie esigenze.Ha finish matte.

-Smart Lipstick n° 902 di Kiko: nude traslucido rosato.

-Smart Lipstick n° 906 di Kiko: nude traslucido pescato.

-Rossetto tenuta estrema di Bottega Verde (non ho idea di quale sia il numero): rosa scuro dal finish matte.

-Rosa Delice di Bottega Verde: altro nude rosato.

-n°104 di Rimmel (linea Kate Moss): rosa scuro matte.

-Ballerina di Neve Cosmetics: nude né troppo rosato né troppo marrone.

-Amore di Neve Cosmetics: su ogni incarnato questa matita presenta una diversa sfaccettatura su di me appare quasi come un nude un po' rossastro.

-Lip Pencil n° 01 di Shaka: altro color correttore che trovo perfetto per delineare il contorno labbra o come base per far risaltare un rossetto dal colore vivace.


That's all! 
A domani con il prossimo appuntamento dove vi indicherò il mio preferito tra questi rossetti e, perché no?, copiando palesemente l' idea di Trucchi svelati ,  vi chiedo: secondo voi quale fra questi è il mio preferito?

Si aprono le scommesse!




domenica 30 marzo 2014

TAG "Sei settimane, signor Rossetto" S1/G5



Settimana 1, Giorno 5

Lo spreferito!


Ho dovuto spremere davvero le meningi per trovare un rossetto di cui mi sia assolutamente pentita sia perché difficilmente faccio acquisti di cui mi pento completamente (cerco il buono anche nel peggio) sia perché lo avevo completamente rimosso dalla memoria dato che non mi piace affatto.

Scopriamo dunque qual'è il rossetto che fa storcere il naso anche a me che apprezzo i rossetti effetto correttore.


Si tratta del "Princess Peach" n° 050 della linea Ultimate Colour di Catrice. 
È un disastro su tutta la linea: colore, finish, durata... HELP!

Per il colore è colpa mia: è palese che sia aranciato (se non arancione) ma non immaginavo così tanto! Mi son lasciata fuorviare dal nome infatti pensavo che una volta applicato apparisse meno arancione e più pesca (mi aspettavo un nude aranciato, non so perché...).

Il rossetto presenta un finish lucido che non sarebbe male se il rossetto non avesse il brutto vizio di andarsene in giro per tutto il viso, proprio perché estremamente cremoso.
Non ha una buona stesura: quando lo applico non è uniforme infatti si creano delle striature di colore oscene.
La durata è pessima proprio perché non si fissa sulle labbra m se ne va per i fatti suoi.
CHE ODIO!!!

Proprio perché si tratta di un colore così particolare, dovrebbe avere una determinata resa!

Se lo avvistate non prendetelo assolutamente!

Al prossimo appuntamento!




sabato 29 marzo 2014

TAG "Sei settimane, signor Rossetto" S1/G4

Settimana 1, Giorno 4

                                                           
        L'ultimo arrivato!

Lasciandomi affascinare dagli swatch e lasciando che la mia ultima passione per i rossetti tendenti al corallo o comunque contenenti una nota pesca avesse il sopravvento, ho acquistato, senza rifletterci troppo su, uno dei tre rossetti proposti nella limited edition Navy Chic di Pupa ovvero lo 002.



Da molte, questi rossetti sono stati criticati, la stessa Clio ha rilasciato una review negativa in merito, ed ho anche capito il perché.

È un rossetto che al momento dell' applicazione è molto cremoso e si stende molto bene mentre dopo alcuni secondi si secca completamente mostrando una bellissima texture vellutata che è al contempo molto secca. 
Questo medesimo effetto l' ho riscontrato nelle tinte labbra (tipo Aqua Rouge di Mufe per intenderci).

Il rossetto si fissa sulle labbra ed è quasi a prova di stampo: non rilascia troppo colore.
Per ora non so dirvi molto di più, devo testarlo ancora un po' per capire se mi piace o meno e per darvi notizie inerenti alla durata e ad eventuali effetti collaterali.Comunque scriverò una review in merito.

Questo è tutto quello che posso dirvi sul' ultimo arrivato.

Al prossimo appuntamento!




venerdì 28 marzo 2014

TAG "Sei settimane, signor Rossetto" S1/G3

Settimana 1, Giorno 3

                                                             
Questi sono sempre con me!

Nonostante mi stia ammalando di rossettite, non ancora riesco ad indossare con nonchalance rossetti dai colori vivaci in alcuni contesti come quello universitario (eppure c'è una mia amica che senza problemi indossa il Flat Out Fabulous che, come molte di voi sapranno, è un bel fucsia sparato), pertanto non ho un vero e proprio rossetto che porto sempre dietro dato che, se ho la possibilità, cambio sempre colore. 




Tuttavia ci son quei rossetti che indosso quasi inconsapevolmente: in pratica li utilizzo più spesso rispetto agli altri.

Partiamo da un rossetto Astra che adoro ovvero n° 704  che fa parte della linea Rossochic dal packaging oro e nero. Io lo definirei un rosso-nude dal finish lucido e molto confortevole sulle labbra. 
Ha una buona pigmentazione e una buona durata, senza mangiare né bere. Rientra tra quelli che più utilizzo proprio perché è molto naturale e, allo stesso tempo, è abbastanza evidente così da dare un tocco di salute.

Abbiamo poi Please Me di Mac regalatomi da una mia amica makeuppomane. Un bel rosa non troppo appariscente ma neanche troppo nude perfetto per tutti i giorni. Dura a lungo e non secca troppo le labbra, nonostante sia un matte.

Infine,non è un rossetto, bensì una matita labbra ovvero Ballerina di Neve Cosmetics un nude che si intona perfettamente col colore naturale delle mie labbra, forse una nota più scuro. Lo adoro perché è perfetto per i makeup che si concentrano principalmente sugli occhi oppure quando ho voglia di un un nude look completo. Forse è giusto un po' secca ma ha una buona tenuta, non resiste però a cibi e bevande. 

That's All! 
Al prossimo appuntamento!


martedì 25 marzo 2014

TAG "Sei settimane, signor Rossetto" S1/G2

Settimana 1, Giorno 2
Marche di rossetto più acquistate!

L' acquisto maniacale di rossetti è una cosa decisamente recente e, non sapendo se li avrei utilizzati o meno, mi son buttata su marchi low cost per evitare di fare acquisti di cui avrei potuto pentirmi.

Di conseguenza i marchi di cui posseggo più rossetti e che continuo ad acquistare son quelli che presentano prezzi molto contenuti.
Primo fra tutti, ormai lo sapete a memoria, è in assoluto Wet n Wild di cui ho provato esclusivamente i rossetti matte. Per la modica cifra di circa 3 euro si entra in possesso di un rossetto che non ha nulla da invidiare a rossetti più costosi, sia come tenuta che come pigmentazione. L' unica pecca è la scarsa reperibilità in Italia (a meno che non si è fortunate ad avere uno stand nei pressi di casa propria o un Douglas che rivende questo marchio, bisogna acquistarlo necessariamente online) e, sempre per quanto riguarda la distribuzione in Italia, la misera gamma di colori: in America ve ne son molti di più senza contare quelli proposti nelle limited edition.Ah si dimenticavo: il packaging fa davvero pena...


Abbiamo poi i rossetti long lasting di essence. Questi rossetti, che non eccellono di certo nella durata, hanno una buona pigmentazione anche se, per avere un colore veramente pieno, devono essere stratificati. Sono molto cremosi e non seccano le labbra. Hanno un finish lucido che, secondo me, da un bell' effetto rimpolpante alle labbra.Per quanto riguarda il packaging possiamo dire che non sia niente di veramente eclatante: completamente nero con una striscia colorata che riprende la tinta del rossetto contenuto all' inteno.
Anche in questo caso il prezzo si aggira intorno ai 3 euro.


Infine, ultimi ma non meno importante, abbiamo i rossetti della linea smart lipstick di Kiko. Anche questi rossetti non eccellono in durata, tuttavia spaziano molto per varietà cromatica e presentano due finish, almeno io la vedo così: vi sono i rossetti lucidi, quindi colore pieno, e i rossetti che presentano all' interno dei microglitter. Anche questi rossetti vanno stratificati tuttavia già al primo passaggio sulle labbra forniscono una buona pigmentazione. Il packaging è molto semplice (un cilindro nero) e il prezzo è basso anche in questo caso: 3.90 euro a prezzo pieno ma è possibile trovarli spesso scontati.

Questo è quanto, ci vediamo al prossimo appuntamento!
Un bacio, Sofia.


lunedì 24 marzo 2014

TAG "Sei settimane, signor Rossetto" S1/G1

Cominciamo dunque con la prima parte del tag ovvero quella dedicata ai rossetti e tutto ciò che li riguarda.


Settimana 1, Giorno 1

Ecco come li sistemo!



Partendo dal presupposto che non ho millemila rossetti, per ora non ho trovato molte difficoltà nel collocarli, tuttavia la collezione sta a mano a mano crescendo e questo sarà da qui a breve un problema.


Per ora ho risolto riponendoli in tre diversi contenitori porta rossetti acquistati dai cinesi, di cui due a forma di fiore e uno più grande nel quale ho raccolto anche le mie matite labbra. Tali contenitori sono collocati sulla libreria dato che non ho una vera e propria postazione makeup.

I rossetti sono disposti principalmente per marca, almeno nei divisori, mentre le matite le ho suddivise in base al packaging. 
I gloss invece sono riposti in un piccolo portagioie (odio i gloss e quelli che ho mi son stati principalmente regalati quindi li tengo lontani dalla vista). 


Ogni volta è un problema ritrovare i colori tuttavia preferisco che vi sia un ordine di cromia e di packaging, quindi un equilibrio piuttosto che un disordine a causa delle cromie dei rossetti.



A domani con la seconda puntata del tag!

Un bacio, Sofia.






venerdì 21 marzo 2014

Maxi-Tag "I duellanti"



Salve ragazze ho deciso di cominciare questo tag davvero carino.

È un tag lunghetto ideato da Des di Trucchi Svelati e Laura di Le tentazioni di Laura anche se io l' ho scoperto su un' altro blog ovvero Donne&Vanity.
Consiste di creare dei veri e propri capitoli inerenti un' argomento makeup, pubblicando 5 articoli a settimana che rispondano a determinati argomenti.


La prima parte del tag, che occuperà 6 settimane, prende il nome di "Sei settimane, signor Rossetto"

Gli argomenti di cui trattare sono questi:



Settimana 1
Ecco come li sistemo
Marche di rossetto più acquistate (massimo 3)
Questi sono sempre con me (massimo 3)
L'ultimo arrivato!
Lo Spreferito!


Settimana 2
La famiglia Nude
Il mio nude preferito
Il mio MLBB
La famiglia Marrone
Il mio marrone preferito


Settimana 3
La famiglia Viola
Il mio viola preferito
I miei accorgimenti rossettosi
La famiglia Oscura
Il mio oscuro preferito


Settimana 4
La famiglia Corallo
Il mio corallo preferito
Questo lo amo, ma lui non ama me...
La famiglia Arancio
Il mio arancio preferito


Settimana 5
La famiglia Fucsia
Il mio fucsia preferito
Premio pack più bello
La famiglia Rosa
Il mio rosa preferito


Settimana 6
La famiglia Rossi
Il mio rosso preferito
Vi presento tutti i miei rossetti!
Il mio rossetto preferito in assoluto!
La mia Wish List rossettosa






Inoltre sotto ogni post va taggata una blogger differente.
Sembra un' idea davvero carina quindi let's start!

Spero che questo tag possa farvi compagnia nelle prossime settimane .
Un bacio, Sofia.


P.S. Argomenti ed immagini sono state prese da qui. Inoltre vorrei complimentarmi con le ideatrici perché è davvero un' idea fantastica (non so quante volte l' ho ripetuto...)

sabato 15 marzo 2014

Mega Haul (Part 2)

Hi girls!

Bentornate con la seconda parte di questo mega haul!



Approfittando dell' offerta che ha fatto seguito alla messa in commercio delle Pastello labbra Amore e Psiche, ho acquistato diverse cosine dal sito di Neve Cosmetics.
Prima di effettuare l' acquisto, si è avuta una fase di una lunga e approfondita ricerca tra blog e pagine fb per swatch e opinioni varie ma soprattutto per trovare quei prodotti che per molte sono detti imperdibili, naturalmente alcune cose rispettano solo ed unicamente il mio gusto.
Per esempio, mi è bastata la sola ed unica preview di Makeup Delight per convincermi ad acquistare Amore e non me ne sono affatto pentita.

Partiamo quindi dalle Pastello labbra, la linea di bio matite di Neve Cosmetics.

Amore:è un colore che definirei un nude - rossastro. Per capirci è un colore nude che ha all' interno una nota rossa. Lo adoro perché è molto portabile e poi da quel tocco di salute che non guasta mai.

Vino: è un color borgogna con una forte nota marrone all' interno. Io adoro i rossetti scuri, nonostante mi diano un aspetto molto dark, però di questo acquisto mi son pentita: la componente marrone è decisamente troppo forte per i miei gusti quindi l' ho rifilato a mia sorella...

Fenicottero: è un fucsia ma proprio fucsia fucsia! È un bellissimo colore, dovrò solo farci l' abitudine...

Swatches!

Dall' alto: Fenicottero, Vino e Amore.

Passiamo quindi agli ombretti minerali (acquistati in minisize).

Camaleonte: è un ombretto duocrome dalla base marrone e dai riflessi verdi. C'è chi lo paragona al pigmento di Mac Bluebrown,  di certo è un ombretto fantastico che può essere utilizzato anche da solo per ottenere un makeup occhi completo. Io lo AMO!!! Va direttamente tra i must have di questo brand!

Pixie Tears: è un azzurro molto vivace. Purtroppo non ho avuto ancora la possibilità di provarlo (credo sia un po' fuori luogo presentarsi ad un esame con un makeup dai colori così intensi!).

Swatches!

Da sinistra: Pixie Tears e Camaleonte.


Altri acquisti li ho effettuati su Bottega Verde.
Gli Inci dei prodotti di questo marchio sono raramente verdi, però per chi come me non si fa scrupoli ad applicare creme e cremine con petrolati e siliconi, allora si può dire che abbia alcuni prodotti veramente ottimi.

Ho acquistato il Gel Borse ed Occhiaie sperando che risolva minimamente il mio problema, non che ci creda poi così tanto. L'ho provato un paio di volte e per ora non mi ha fatto né caldo né freddo;

Lo scrub a Pesca che già avevo provato ed ho anche recensito qui e che adoro;

Un pennello occhi di cui devo ancora capire la funzione perché decisamente troppo grosso e cicciotto per essere un pennello da sfumatura.

Dunque questo è tutto.

Forse questa seconda parte è stata un po' scarna ma creare un unico post sarebbe stato pesantissimo!

Un bacio, Sofia.



venerdì 7 marzo 2014

Mega Haul! (Part 1)

Ragazzeeeee da quanto tempo!
Purtroppo gli esami mi hanno portato via non solo tantissimo tempo ma hanno succhiato via anche tutte le mie energie. Tornando a casa stanchissima e debilitata non avevo abbastanza concentrazione per scrivere qualcosa in pagina.

Bando alle ciance! Torniamo al tema centrale di questo post!

Nonostante i super impegni universitari, ho cercato di ritagliarmi qualche minuto per me (o anche mezze giornate xD) altrimenti rischiavo l' implosione!

E in questi brevi lassi di tempo mi son concessa qualche visitina in diverse profumerie, dato che lo shopping compulsivo e il makeup sono la cura per ogni male.
Let' s start!



Cominciamo dal mio ultimo amore: i rossetti Wet n Wild!

Da quando li ho scoperti, non ne posso fare a meno: sono ultra pigmentati e ultra low cost! (Per una recensione più approfondita clicca qui)
Finora avevo provato principalmente i rosa perché lo stand era stato depredato dei rossi però,passando casualmente, e ripeto CASUALMENTE,davanti alla profumeria che li vende ho notato lo stand rifornito.
In realtà volevo provare una palette, ma dato che ero certa che non mi sarebbe più capitata un' opportunità del genere (le ragazze in genere sono fameliche di rossi) mi son buttata sui rossetti.(Purtroppo non ho preso un rosa pesca, convinta di averlo già, mannaggia a me!)

Comunque se i rosa erano stupendi, i rossi sono uno spettacolo! Ne son davvero rimasta abbagliata!

Ecco a voi le 4 new entry:

E918D Cherry Bomb: è un color borgogna un po' più scuro forse (ribadisco che con i colori sono un' impedita).

E911D Stoplight Red: un rosso con una nota fucsia all' interno. Tra i rossetti Wet n Wild, è il più quotato come dupe del Ruby Woo.

E910D Red Velvet: un rosso, IL rosso! Altro rossetto definito come dupe del Ruby Woo.

E909D Coral-ine: rosso corallo. Lo amo.

Swatches!

Come ho già detto nell'altro post, il prezzo di questi rossetti è di 3 euro.
P.s. Ho trovato diversi stand di Wet n Wild a Formia in parecchie profumerie, se vi può interessare.

Rimanendo in tema rossetti, approfittando dell' offerta di Kiko grazie alla quale gli smart lipstick costavano solo 2.50 euro, ne ho presi tre.

Gli smart lipstick di Kiko non sono estremamente coprenti, ma sono comunque modulabili così che si possa ottenere un risultato più o meno intenso. La durata non è delle migliori (sta su 2-3 ore se non si mangia) però sono molto confortevoli sulle labbra.

Ho scelto (vi scrivo i colori così come sono definiti sul sito):

904 Strawberry Pink.

909 Rosso Ciliegia.

913 Rosa Palissandro.

Swatches!!



Hanno un odore vanigliato stupendo!

Da Kiko ho preso anche il correttore Natural Concealer e un pennello occhi che avevo già provato in precedenza e con cui mi son trovata benissimo ovvero il numero 202 (fino a poco tempo fa era in offerta a 3 euro). Io lo trovo ottimo per le piccole sfumature e per applicare l' ombretto.

E poi abbiamo Essence (immancabile).
Anche qui mi son fiondata sui rossetti, perché li adoro.
Son molto simili a quelli di Kiko quanto a consistenza e coprenza però durano giusto quella mezz'oretta in più.
Purtroppo sullo stand non c' erano tutti i colori che desideravo quindi ne ho preso solo uno,ovvero il numero 09 Wear Berries! che è un bellissimo color mauve molto pigmentato e davvero carino sulle labbra.

Swatch!

Scusatemi ragazze ma mi era finito l' avambraccio...


Inoltre, dato che ne ho sentito a lungo decantare le lodi, ho deciso di prendere anche la terra abbronzante Sun Club. In effetti è a prova di impedite in quanto il colore chiarissimo non permette di creare macchie sul viso e, a puro scopo informativo, profuma meravigliosamente di cocco!

E questo è quanto!
Spero vi abbia intrattenuto.
A breve la seconda parte di questo Haul!

Un bacio, Sofia.




martedì 4 marzo 2014

Recensione [Geomar - Crema idratante]

Buongiorno bellezze,
oggi vorrei parlarvi di un prodotto che per me è una new entry nella routine mattiniera.

Dovete sapere che sono molto pigra: per quanto amassi il makeup, durante gli anni di liceo, preferivo rimanere quei due minuti in più nel letto piuttosto che alzarmi e dare inizio al calvario del trucco e parrucco.
Così mi recavo a scuola completamente struccata ma struccata per davvero: non un velo di fondotinta né un pizzico di crema idratante e il mascara poi, ma che lo diciamo a fare!?

Così per anni fino al mio debutto all' università dove i prof per prima cosa ti squadrano da capo a piedi!
Dato che è noto che apparire sciatti il giorno dell' esame e, nel mio caso, anche durante le correzioni, non giova ho deciso di rivedere la mia morning routine inserendovi il basilare per apparire fresca e riposata (le mie occhiaie però non sono ancora entrate in questo meccanismo e perseverano ad essere brutte, blu e malvagie!)

Dunque tra i prodotti che non possono mancare vi è sicuramente la crema idratante.

Ho sempre avuto problemi con le creme idratanti: vuoi la mia svogliatezza vuoi le creme che non fanno il proprio dovere, arrivai ad un punto in cui non ne feci più uso.
Questo inverno però ho sentito l' esigenza di utilizzarne una dato che la mia stressatissima pelle è diventata secca: spesso mi ritrovo zone del viso screpolate e talvolta arrossate.

Non volendo ricorrere alle classiche creme da magazzino ricche di siliconi e quindi per niente idratanti, ho deciso di buttarmi su qualcosa dal buon Inci e sono incappata nella "Crema idratante lenitiva" di Geomar che è comunque di facilissima reperibilità.


Il barattolino di vetro dal design estremamente semplice (barattolino trasparente in vetro con giusto un paio di scritte stampate in verde e dal coperchio in plastica verde) era inserito in una scatolina di cartone su cui erano indicati gli ingredienti, metodi d' uso ecc.. Naturalmente io l' ho buttato.

Comunque traendo le info sostanziali dal sito vi dico che contiene Sea Moist Complex che conserva l' idratazione della pelle per 24 ore e Fiore di Altea biologico dalle proprietà emollienti.
La crema non contiene parabeni, siliconi, coloranti,... Insomma ha un ottimo Inci (controllai anche sullo scatolino per sicurezza).

Passiamo dunque alle mie impressioni.
Il prodotto ha una consistenza molto oleosa quindi non proprio densa. Una volta applicata infatti lascia la pelle un po' unta, lo sconsiglio quindi a chi ha una pelle grassa, ma dopo un po' (io impiego un paio di minuti a massaggiarmi il viso con questa crema) viene assorbita completamente pertanto è possibile passare agli step successivi della morning routine.

Basta utilizzarne davvero poca per idratare tutto il viso: la pelle rimane idratata tutto il giorno e risulta sensibilmente più morbida.
Non mi genera rossori, pruriti o manifestazioni cutanee di alcun tipo.
Il profumo non è il più bello del mondo. Non è quel profumo chimico dei prodotti a base di dimeticone però non ha una fragranza da sogno, probabilmente perché non contiene allergeni: ha un profumo sano, di cose naturali e non framezzate da profumi ricreati in laboratorio. È comunque un odore leggero che non infastidisce.

Scade 12 mesi dopo l' apertura. Il barattolo contiene 50 ml di prodotto.
Io l' ho pagato sui 5 euro in offerta ma penso che il prezzo intero non superi i 10 euro.

Lo consiglio a coloro che hanno una pelle secca e non vogliono spendere tanto ma che comunque desiderano avere dei risultati tangibili. In fondo quando un prodotto è naturale si nota subito la differenza!

Spero vi sia stato utile.
Un bacio, Sofia.